laboratoriogiganti.it

Dieta chetogenica, o dieta a basso contenuto di carboidrati
La dieta chetogenica (chetogenica) è classificata come dieta ad alto contenuto di grassi e a basso contenuto di carboidrati. Se volete sentirvi eccezionalmente leggeri e avere una grande sensazione, escludete i carboidrati dal vostro menu giornaliero e sostituiteli con i grassi. Questo metodo viene utilizzato, tra l'altro, per trattare l'epilessia resistente ai farmaci nei bambini. Leggete o ascoltate e scoprite qual è la dieta chetogenica. La dieta chetogenica è una dieta ad alto contenuto di grassi e a basso contenuto di carboidrati. La dieta quotidiana consuma circa il 35% dei grassi, il 50% dei carboidrati e il 15% delle proteine. In una dieta chetogenica, il grasso può costituire l'80-90 per cento dell'energia fornita, e il restante 10-20 per cento è una combinazione di proteine e carboidrati.
La principale fonte di energia del corpo è costituita dai carboidrati. Quando mancano, il corpo inizia a cercare un altro "carburante". Si tratta di grassi, in particolare di corpi chetonici (la cosiddetta chetosi) che si formano nel processo di degradazione dei grassi. Tuttavia, essi forniscono all'orgasmo solo il 70% dell'energia necessaria, quindi è denutrito.
Dopo alcuni giorni di dieta chetogenica, una persona entra in uno stato di euforia (è così che i medici determinano l'effetto dei chetoni) - si sente benissimo, è allegro e leggero. Dopo 2-3 mesi tutto passa. C'è una perdita di appetito, sonnolenza e costipazione, l'odore di sudore, urina e respiro cambia, la sete cresce.
Dieta chetogenica (chetogenica) - indicazioni
La dieta chetogenica è stata utilizzata nel trattamento dell'epilessia resistente ai farmaci nei bambini e in alcuni errori metabolici congeniti (ad esempio la mancanza congenita di glucosio che trasporta la proteina GLUT-1).
Ci sono anche altre indicazioni per il suo utilizzo, come la sindrome di Rett, la sindrome di Dravet, l'epilessia con crisi miocloniche-statiche (sindrome di Doose), e la sclerosi nodulare. Il trattamento è anche in considerazione per sostenere una dieta chetogenica in autismo, morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson, altri tipi di epilessia o alcune encefalopatie.
Le persone con malattie del fegato, dei reni e del pancreas e diabete non possono beneficiare della dieta chetogenica.
Dieta chetogenica (dieta chetogenica) nell'epilessia
Finora non è stato spiegato perché la dieta chetogenica riduce la frequenza delle crisi epilettiche. Un elevato apporto di grassi con pochi carboidrati nella dieta porta a cambiamenti nel metabolismo dei grassi, proprio come durante la fame. I corpi chetonici sono formati da grasso nel fegato: acetone, acetato e acido beta-idrossibutirrico, che penetrano nel sistema nervoso centrale e sono un sostituto, in assenza di glucosio, dei neuroni.¹ La chetosi, cioè l'alta concentrazione di corpi chetonici, si osserva nel sangue e nelle urine del paziente. Tuttavia, sono responsabili degli effetti anticonvulsivanti solo indirettamente. Si sospetta che ci siano dei corpi chetonici:
- causare un aumento dell'attività degli enzimi di sintesi dell'acido γ-aminobutirrico (altrimenti GABA - agisce come il principale neurotrasmettitore con un effetto inibitorio su tutto il sistema nervoso), che inibisce l'eccitazione neuronale
- attivare il recettore del potassio K2P e la pompa sodio-potassio, che aumenta la soglia di crisi
Inoltre, i corpi chetonici possono proteggere le cellule nervose, tra le altre cose, dai danni dei radicali liberi (riducono lo stress ossidativo).